Londra al tramonto

Londra e’ una citta’ che ti conquista in meno di un giorno mi sono sentita come a casa mia
Sfatiamo il mito della freddezza inglese hanno solo piu’ self control di noi italiani ma per quanto a disponibilita’ e gentilezza niente da dire.
La cosa con cui bisogna subito famigliarizzare sono i trasporti e per chi come me viene da una piccola citta’, abituati ad usare i propi mezzi e mai quelli pubblici avra’ all’inizio un po’ di confusione e allora ….

Recatevi in qualsiasi ingresso della metropolitana e all’addetto allo sportello chiedete:
Please, can I have an Oyster Card? One week, zones 1 and 2. Thank you.
Per favore, posso avere una Oyster Card? Una settimana, zone 1 e 2. Grazie
Oppure se la dovete semplicemente ricaricare:

Hi can I recharge my Oyster card? One week/Ten pound please. Thank you
Salve, posso ricaricare la mia Oyster Card? Una settimana/Dieci sterline per favore. Grazie
Con la vostra Oyster card la carta prepagata per i trasporti gia’ le cose migliorano.
Ci sono anche le macchinette all’ingresso di qualsiasi underground dove
Potrete ricaricare con i cache(contanti) minimo 5 pounds o con la vostra Visa.

Io ho sempre usato la postey elettronica e non ho avuto mai problemi.
Appoggiare la carta all’apposito spazio circolare e spingete sul video touch screen il pulsante
Top up as you go
i ragazzi fino a 15 anni possono usufruire di una tessera giornaliera per 3,20 pound ma io ho trovato piu’ comodo usare la oyster card anche per mio figlio quindicenne.
Girare a piedi e’ con i mezzi diventa poi fantastico… se potete evitate i giri turistici come la peste!
altrimenti non riuscirete a cogliere quelle piccole caratteristiche che fanno la differenza tra un inglese e un turista
vediamoli nel dettaglio …..
In metropolitana l’inglese va sempre di corsa a prescindere, il turista si sofferma ore a studiare sulle tabelle delle linee della metropolitana per non sbagliare direzione ma il segreto c’e e poi ve lo svelo se gli inglesi non hanno bisogno di fermarsi a consultare i pannelli.;)

Per sembrare un’inglese prendete prima di entrare nella Tube (Metropolitana) la vostra copia gratuita del quotidiano poi scansionate la vostra Osteycard sull’apposito pannello e via alle scale mobili Keep the rigth mi raccomando!!!
Tenete la destra per far fluire il traffico a sinitra ma finita la scala nei corridoi bisogna camminare a sinistra ….
ecco gia’ il primo passo per sembrare inglesi l’avete fatto 
Mind the gap frase che ci ha tenuto compagnia per tutti questi giorni e il ritornello che invita a salire sulle carrozze appena seduti il londinese doc sfodera il suo iphone ….
ce l’hanno praticamente tutti !!!!!!
dal ragazzino al vecchietto dall’ operaio al dirigente quindi se non possedete una iphone come me e non volete essere presi per turisti non vi resta che tirar fuori la copia della rivista appena presa e leggerla se non conoscete l’inglese potete guardare le figure 🙂

Scesi dalla metropolitana seguite le scritte way out ripassate la vostra oyster card per uscire ,
c’e’ sempre personale sia di giorno che di sera per qualsiasi problema.
Una volta in strada di nuovo di corsa mi raccomando tenendo la sinistra e recatevi al primo sturduck che trovate per prendere il vostro cake and coffee rigorosamente take away (da portare via) gli inglesi amano o sono costretti questo non l’ho capito( 5 gg sono pochi), a sorseggiare il loro caffe’ camminando o prendendo la metro e non so come facciano…
anche se questi bicchieri di cartone siano muniti di coprechio il liquido all’interno e’ a dir poco ustionante per rendervi l’idea…vi ricordate il film di fantozzi quando si srotola la lingua?
Piu’ o meno cosi!

E’ arrivata sera’ si ritorna dal lavoro e il londinese sportivo cosa fa infila la tuta e via a correre dove alloggiavamo noi a tower bridge road alle 19 i marciapiedi erano pieni di persone che facevano footing e noi che volevamo proprio immergerci in questo clima avevamo portato le nostre scarpe da ginnastica dall’italia incuranti dei 10kg imposti dalla rayanair 🙂
Poi un’altra caratteristica che non mi sarei aspettata Londra pullula di ciclisti bardati di tutto punto con casco abbigliamento ecc..che sfrecciano tra le macchine niente paura anche per noi turisti c’e’ la soluzione nei punti strategici della citta’ ci sono biciclette da noleggiare con card.

Purtroppo non ho avuto il tempo di vedere con quale card ma ho la scusa buona per ritornare
A togliermi questo dubbio 🙂
E’ arrivato il fine settimana e allora cosa fa un londinese ma approfitta dei bellissimi parchi Londra ne e’ strapiena per fare una passeggiata portare a scorrazzare il proprio cane o come ho avuto modo di vedere a hyde park correre andare a cavallo pattinare e i piu’ pigri sedersi su una panchina circondati dall’attenzione degli scoiattoli.
Insomma se seguirete questi consigli anche a voi succedera’ che vi fermeranno per chiedervi informazioni !!!! Che Soddisfazione!!!!

Ah! Dimenticavo di svelarvi il mistero i Londinesi sull’iphone hanno un app con la piantina dell’underground cosi’ non hanno bisogno di consultare tabelle.