150 anni di Italia unita ripartiamo dall’inno

Ogni volta che lo sento mi emoziono…ripartiamo dall’inno….tutte le volte che mi capita di andare all’estero mi
rendo conto di quanto e’ bella l’italia e quanto si starebbe bene con la giusta coscienza morale e sociale
Ho voluto inserire il commento di Benigni a Sanremo e tra parentesi ha devoluto l’ intero ricavato all’ ospedale pediatrico Meyer di Firenze..

di seguito il nostro Inno:

Fratelli d’italia
L’Italia s’e’ desta,
Dell’elmo di Scipio
s’e’ cinta la testa.
D’ove’ la Vittoria?
Le porga la chioma,
Che schiava di Roma
Iddio la creo’.
Stringiamci a coorte
Siam pronti alla morte
L’italia chiamo’.

Noi siamo da secoli
Calpesti,derisi,
Perche’ siam divisi.
Raccolgaci un’unica
Bandiera, una speme:
Di fonderci insieme
Gia’ l’ora suono.
Stringiamci a coorte
Siam pronti alla morte
L’Italia chiamo’.

Uniamoci,amiamoci,
L’unione,e l’amore
Rivelano ai Popoli
Le vie del Signore;
Giuriamo far libero
il suono natìo:
Uniti per Dio
Chi vincer si puo’?
Stringiamoci a coorte
Siam pronti alla morte
L’Italia chiamo’.

Dall’Alpi a Sicilia
Dovunque e’ Legnano,
ogn’uomo di Ferruccio
Ha il core,ha la mano,
i bimbi d’Italia
si chiaman Balilla
ilo suon d’ogni squilla
i Vespri suonò.
Stringiamci a corte
Siam pronti alla morte
L’Italia chiamò.

Son giunchi che piegano
Le spade vendute:
già l’Aquila d’Austia
le penne ha perdute.
Il sangue d’Italia,
il sangue Polacco,
bevè, col sacco,
ma il cor le bruciò.
Stringiamci a coorte
Siam pronti alla morte
L’Italia chiamò.

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *